27 agosto

Si riparte!

Siamo rientrati da poco dalla pausa estiva, e nel cuore abbiamo ancora il sole e il mare, e gli immancabili sogni per il futuro!
Ancora una volta vi propongo le immagini di Sarah Goodreau, prese dal suo meraviglioso sito…mi piacciono sempre le atmosfere che riesce a creare nelle sue illustrazioni, dategli un occhio!

sun day – Sarah Goodreau

sun worship – Sarah Goodreau

the dream snatcher – Sarah Goodreau

 

28 maggio

Una cameretta per tre ragazze: 10mq per dormire, studiare e giocare

Non stavamo più nella pelle per questa cameretta: l’abbiamo pensata, progettata, ripensata insieme a Raffaella e le sue bimbe, abbiamo scelto i colori, abbiamo atteso, e adesso eccola realizzata!
Ho assistito al montaggio, ieri mattina, e sono arrivata munita di macchina fotografica, proprio per fare un degno reportage di questa realizzazione.
Igor e i suoi sono stati velocissimi, e poco dopo l’ora di pranzo il lavoro era terminato.

Molto soddisfatti!

L’armadiatura a tutta altezza è stata pensata con parti apribili con ante e parti a giorno, e anche dietro il letto abbiamo pensato di sfruttare lo spazio con dei vani con apertura a ribalta per contenere coperte e cuscini.
Il letto a castello a tre posti risolve il problema del poco spazio con un letto ad estrazione, che deve essere posizionato lungo l’altra parete, dove sono presenti le scrivanie.
A tal proposito le scrivanie sono state pensate per essere richiudibili, per essere utilizzate solo alla necessità e per il resto risparmiare spazio.  Qui altri dettagli della cameretta, battezzata Masuva‘, in onore di Matilde, Susanna e Valentina.

Letto a castello a 3 posti e armadiatura a muro

Ecco una foto del letto a castello con doghe e della parte retro con il comodino e il vano contenitore a ribalta

Alcuni dettagli dell’armadio

Libreria con scrivanie ribaltabili integrate

Un dettaglio sui colori

Le scrivanie si bloccano grazie a dei pannelli posti sotto i piani, incernierati alla struttura.

Le fasi di montaggio sono state eseguite in modo veloce e preciso, e tutto è stato reso sicuro e affrancato alla parete con i moduli collegati tra di loro.

Foto di montaggio – Igor Leccese e i suoi collaboratori all’opera, veloci e precisi come sempre!

La sorpresa più bella è stato il rientro improvviso delle bimbe, e le loro facce piene di gioia per il loro nuovo spazio, tutto da vivere e sistemare a modo loro.

Susanna, Valentina e Matilde…ecco la vostra cameretta!

Un’altra foto per il blog sul vostro nuovo letto a castello!

Anche tu stai cercando camerette per ragazze pensate per ottimizzare lo spazio a disposizione?
Contattaci e la progetteremo insieme!

2 gennaio

Di che colore siete?

La colorazione di una parete in camera da letto: il blu è un colore dalle proprietà distensive, ed è dunque particolarmente indicato per gli ambienti di riposo

Che colori ci sono all’interno della vostra casa? vi siete mai chiesti se questi influenzano il vostro comportamento, il vostro umore o semplicemente creano armonia o contrasti emotivi?

Provate a guardarvi intorno: quei colori li avete scelti voi! Perchè? perchè probabilmente vi “piacevano”.
La scelta dei colori in un interno determina in modo sostanziale il carattere del locale, e vanno quindi scelti con cura per non entrare in conflitto con quelle che sono le nostre attività.
Il colore crea un’esperienza emotiva, e agisce spontaneamente sulla nostra mente, e per questo è importante tanto quanto il materiale o la forma di un oggetto. Ad esempio il rosso è un colore vitale, che provoca eccitazione aumentando i battiti cardiaci, mentre il blu induce alla calma e alla tranquillità. Ci sono numerosi siti molto interessanti che spiegano come i vari colori hanno influenza sulle emozioni umane; ho letto di recente un articolo, che oltre che affrontare il tema psicologico del colore nello spazio, indirizza anche alla scelta di pitture ecologiche, particolarmente indicate per i nostri interni.

Quando pensiamo ad un armadio, ad una cucina, o a qualsiasi altro mobile pensiamo anche al fatto di volerlo “far sparire” o “far risaltare”; molto spesso se si usano colori neutri come dei bianchi o dei grigi si tenderà a creare una superficie uniforme con il resto della vostra casa. In altri casi pensiamo a colori più accesi, più di impatto: in una stanza si può pensare di dipingere un’intera parete di un bel rosso acceso o di un profondo blu, oppure progettare un armadio con delle ante colorate, come più ci aggrada.

Un esempio di una libreria progettata studiando la colorazione; una chiara influenza in questo caso data dall’arte di Mondrian.

La scelta va ponderata in modo da creare intorno a noi un ambiente che non ci crei ansia, o stati di disagio, e quindi va bilanciato.
Personalmente per scegliere ad esempio il colore di un mobile consiglio sempre di analizzare ciò che ci circonda, e vedere lo spazio nella sua totalità, dove sono presenti già diversi colori: il pavimento in legno o piastrelle, le pareti, gli altri arredi, etc.
Utilissimo nella progettazione di mobili su misura è l’uso di programmi di renderizzazione, dove ricreare la situazione reale aiuta tantissimo a comprendere quale scelta intraprendere.
Di seguito qualche esempio di un armadio per un ingresso, dove dopo numerose prove con colori piuttosto accesi si è optato invece per un grigio ghiaccio, che desse luce alla nicchia ma allo stesso tempo non incombesse su quello spazio già piuttosto piccolo.